Malattie infettive

Malattie infettive a cui prestare attenzione nella vita

Il recente periodo ha sicuramente creato un nuovo interesse per ciò che comprende gli aspetti più vari della fragilità umana ed ha insegnato come, tra tutti i fattori meravigliosi che l’uomo in sé porta e comporta, la caducità e la debolezza umana agli eventi esterni sia un fattore oramai imprescindibile. Dissoltosi, dunque, il titanismo derivato dagli ultimi anni, ci si comincia ad affacciare con più umiltà all’esistenza, magari curandosi un po’ di più e prestando maggiormente attenzione per tutelare se stessi e gli altri. In questo periodo, infatti, si è compresa maggiormente l’importanza dell’utilizzo dei dispositivi di protezione (alias mascherine) e ci si è premurati maggiormente, in moltissimi casi, di osservare il distanziamento sociale al fine di evitare d’esser vittime (e succubi) di questo stato pandemico. Ma esistono numerose malattie infettive cui è necessario riguardarsi lungo il corso della propria vita, non solamente il nuovo Covid-19 e ne vedremo, qui, alcune.

La prima macrocategoria da trattare è relativa alle malattie sessualmente trasmissibili: esse, da come si denota dal nome, si trasmettono mediante qualsiasi rapporto di natura sessuale (e quindi mediante rapporti orali e penetrazione, sangue e secrezioni). Tra le più mortali in questo gruppo vi sono, ad esempio, l’HIV, quale si configura ancora come uno dei pericoli mondiali e per cui non esiste ancora una cura ma solo dei trattamenti specifici per ridurne la trasmissione. È importante, dunque (e non si smetterà mai di ripeterlo) utilizzare dei mezzi di protezione come il preservativo che, ad oggi, è l’unica garanzia che si possiede nel caso in cui si entrasse in contatto con portatori (tra l’altro magari anche inconsapevoli) di HIV. L’AIDS (Sindrome da Immunodeficienza Acquisita) è generata dall’HIV e sancisce un pericolo di vita particolarmente grave per il soggetto che ne è affetto in quanto impedisce all’organismo di proteggersi dai più banali virus – tra i più famosi decessi per AIDS abbiamo Rudol’f Nureev e Freddie Mercury. Rientrano, tra le malattie sessualmente trasmissibili la clamidia, la gonnorrea, la candida, l’herpes genitale e la Sifilide (che per quanto si crede sia stata debellata, rappresenta comunque un problema da non sottovalutare).
Si raccomanda, dunque, SEMPRE l’uso del preservativo. Per quanto, infatti, spesso, risulti quasi un tabù parlare di argomenti relativi all’educazione sessuale (forse in virtù di una immotivata pudicizia che ha causato più danni che consapevolezze), non bisogna avere vergogna né di consultare esperti né di informarsi circa i rischi cui si incorre durante l’amplesso.

Nell’ambito delle più generali malattie infettive (che si caratterizzano per una trasmissione mediante virus, funghi o altri patogeni) numerosi sono gli esempi che potrebbero essere nominati e che sono sicuramente riconosciuti da una grande maggioranza di viaggiatori che si avventurano in luoghi impervi. La prima malattia infettiva che non tutti conoscono è la Dengue che si caratterizza per sintomi influenzali. Tra le altre più note, invece, abbiamo la Difterite, la quale è estremamente contagiosa e finanche, in alcuni casi, fatale. Nell’ambito della sintomatologia, essa si configura come una malattia che coinvolge la respirazione e, in alcuni paesi del mondo, essa è ancora un problema che deve essere risolto. Altra malattia importante, inoltre, è la Poliomelite (definita anche come Polio). Questa malattia poteva, dunque, portare alla paralisi mediante la distruzione dei neuroni motori: nominare tale patologia non è un caso, in quanto essa è stata definitivamente debellata all’indomani della scoperta del vaccino agli inizi degli anni ’80. Essere fiduciosi nella scienza, spesso, ci ha portati a sconfiggere nemici che un tempo erano considerati subdoli (in quanto difficili da diagnosticare) e talvolta mortali: dimenticare tutto questo è considerabile un reato contro la storia dell’umanità stessa e, se è vero che “siamo uomini, dunque nulla di umano ci deve essere estraneo” (come diceva il poeta), allora dobbiamo anche riconoscere che l’uomo è debole e vaccinarsi è importante.

Posted in Senza categoria.