Assicurazione per scooter

Assicurazione per scooter, come funziona?

Quando si acquisisce la patente, che sia a 16 anni per quella relativa allo scooter o da più grandi per quella generale, la prima cosa che si vuole fare è acquistare un veicolo. Quando ormai il veicolo è stato scelto, moto o auto che sia, per immetterlo nella circolazione è necessaria un’assicurazione. Per richiedere un’assicurazione sono necessarie tre cose:

  • libretto di circolazione
  • carta d’identità e codice fiscale del guidatore
  • attestato di rischio

Cos’è l’ RC moto?

La RC moto è la responsabilità civile per i guidatori di veicoli a due ruote, come ad esempio lo scooter. L’assicurazione è obbligatoria in Italia ed è stata inventata per coprire ipotetici danni fisici o materiali provocati ad altre persone durante un incidente. Se si fa un incidente e il veicolo non è assicurato si devono risarcire i danni creati a terzi di tasca propria e si è soggetti ad una sanzione amministrativa pecuniaria fino a 3000 euro o al sequestro del veicolo. Quindi è obbligatorio ma soprattutto indispensabile assicurare il proprio veicolo. Non tutte le RC moto sono uguali; infatti ogni compagnia di assicurazione prevede dei massimali rc diversi. Per ognuna di loro si può scegliere o richiede delle particolari garanzie accessorie che potrebbero aumentare l’interesse dei nuovi clienti o scegliere al meglio l’assicurazione considerando le proprie esigenze.

Cos’è indispensabile?

Ecco tre consigli che potrebbero risultare molto utili

  • non indicare la guida esclusiva
  • aggiungere la rinuncia alla rivalsa
  • richiedere l’utilizzo del decreto Bersani

Per il primo consiglio, vi incitiamo a non indicare una guida esclusiva se il veicolo lo utilizzano più persone; è presente una sanzione anche se si ha l’assicurazione, se ipoteticamente un altro membro della famiglia non dichiarato si trovasse alla guida del veicolo. Per il secondo consiglio si preferisce rinunciare a questo diritto delle compagnie per non dover pagare ancora un somma maggiore quando si riscontrano gravi violazioni del codice della strada, come la guida in stato di ebbrezza.
Per l’ultimo consiglio apriremo una parentesi più ampia per capire meglio cos’è il decreto Bersani.

Cos’è il decreto Bersani?

Il decreto Bersani offre la possibilità di beneficiare di una classe di merito inferiore rispetto a quella di assegnazione.

Quando lo si può richiedere?

Si può richiedere il decreto Bersani quando:

  • quando si acquista un veicolo nuovo appartenente alla stessa tipologia del primo
  • quando si è neopatentati

‘Non mi basta un contratto standard, voglio aggiungere degli extra’
Questo non sarà un problema perché le assicurazioni offrono delle garanzie accessorie che permettono di modificare ed ampliare la tua assicurazione.

Quali sono le garanzie accessorie più vendute?

  • furto e incendio
  • assistenza stradale
  • infortuni del guidatore
  • copertura eventi atmosferici e naturali
  • kasko
  • tutela legale o giudiziaria

Le compagnie assicurative moderne aiutano i proprietari dei veicoli a scegliere la migliore assicurazione per il proprio scooter o altro. Si cerca in ogni modo, anche dal punto di vista economico, di andare incontro al cliente per consigliare la migliore assicurazione. Si fa questo anche dal punto di vista delle garanzie accessorie da aggiungere che sono utili per eliminare quasi al 100% la possibilità di recare problemi al proprietario, come assicurare il veicolo per un ipotetico furto o incendio.

Posted in Servizi.